Internet Business Solutions, evoluzione in atto

27/06/2014 11:29:44
Riprendo le considerazioni della scorsa settimana per introdurre la seconda keyword per le nostre riflessioni estive. Come già accennato si tratta dell’ecommerce. Ho visitato il Netcomm Forum 2014 a Milano qualche settimana fa, uno dei maggiori eventi italiani sull’argomento. La prima impressione è che c’era tanta gente. Bene! Poi, come spesso accade in questi convegni, ho fatto un’indigestione di dati che però vi risparmio.
La mia sintesi è però questa: il commercio elettronico cresce rapidamente in tutto il mondo, buono anche il recente progresso delle piattaforme e del mercato italiano. Crescerà ancora significativamente nel 2014. In Italia forse più rapidamente rispetto alla media europea perché siamo ad uno stadio più arretrato.

Detto questo, credo che anche le opinioni più scettiche del tipo: “ma come si fa a comprare un paio di scarpe o un vestito on line? Non funzionerà mai” siano state sepolte, più che da una risata, da una Zalandata o Yooxata. Ma quello che ho colto da questo Netcomm è stato altro, e cioè che oggi non si possa più parlare di ecommerce in senso stretto: l’ecommerce è morto! Viva l’ecommerce! Mi spiego meglio, l’invasione della rete Internet sui processi di vendita è così invasiva che ormai tutta l’attività commerciale si può considerare, in qualche modo, influenzata dalle rete Internet!

Mi ha colpito soprattutto il proliferare di nuovi diversi modelli di vendita che, in un modo o nell’altro, sono supportati dalle tecnologie e dalla cultura di rete. Non sempre la transazione avviene on line, ma poco importa. Ci sono negozi che si trasformano in showroom dove puoi vedere e toccare dei “campioni di prodotto”, ma non acquistare perché lo si fa solo on line. Magari utilizzando il proprio smartphone ancor prima di uscire dal negozio stesso. Al contrario, acquisti che vengono fatti in rete la cui consegna avviene solo nel punto vendita fisico. Poi ci sono sempre più reti di esercenti, distribuite capillarmente sul territorio, che diventano punti distributivi dove ritirare il bene acquistato on line (bar, tabaccherie, edicole, etc …).

Il punto è che le nuove tecnologie e la rete consentono l’ideazione di modelli di acquisto del tutto diversi da quelli fisici, chi saprà meglio sfruttare queste nuove opportunità sarà in grado di acquisire nuove fette di mercato. La preistoria del Commercio Elettronico è quella in cui il negozio on line altro non è che quello fisico virtualizzato e dove vince sempre il miglior prezzo. Questo è il commercio elettronico come lo conosciamo ora. L’ecommerce del futuro sarà quello in grado di maggiorare il prezzo dei beni venduti in cambio di una nuova esperienza di acquisto o di un nuovo servizio, che è possibile erogare solo on line. Pensiamo ad esempio a una catena GDO che conosce i tuoi consumi e ti fa risparmiare tempo anticipando le tue necessità di spesa. Servizi già attivi.

Un altro dato interessante è che nel Regno Unito, ad esempio, l’uso dei dispositivi mobili per accedere a Internet ha superato quello da desktop, ma questo è ormai una tendenza scontata. Stanno invece arrivando due nuovi cicloni sui quali riflettere: l’internet delle cose e la realtà aumentata. Tutto cambierà nuovamente! I nativi digitali di oggi saranno già obsoleti, rispetto coloro che diranno le prime parole della loro vita alla lavatrice o che faranno i compiti di scuola calzando semplicemente un paio di Google Glass, altro che ebook su tablet!

Va bene, mi sono lasciato trasportare, volevo solo dirvi che a NetComm ho avuto la conferma che via Internet si possono vendere anche le scarpe e l’abbigliamento. Se la taglia è errata o l’abito non è di proprio gusto, nessun problema, è possibile cambiare il prodotto senza costi aggiuntivi.

Ci sentiamo alla prossima keywords estiva ... sempre che l'estate arrivi ...
Mirko Sancassani
In questo articolo abbiamo parlato di: "commercio elettronico", ecommerce, "tendenze digitali 2014"

Condividi l'articolo, alimenta la discussione!

Informazioni sull'autore: Mirko

Responsabile Area Digital Marketing - Segui @elogicweb su Twitter

Attualmente Mirko è così impegnato, che non è riuscito a fornire una descrizione per se stesso... Ma recupererà!
comments powered by Disqus
I cookie ci aiutano ad offrirti un servizio migliore. Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.   Maggiori informazioni